Barcellona: svelato il vero motivo della partenza di Neymar

Sono emersi i dettagli e le ragioni della decisione di Neymar di lasciare il Barcellona nel 2017 per unirsi al PSG. Si tratta di nuove fughe di notizie, come è accaduto di recente con i casi di Messi e Piqué.

© Getty ImagesNeymar, durante la sua permanenza al Barcellona nel 2017.

A Barcellona C’è ancora qualche traccia di delusione per la partenza di uno dei migliori giocatori avuti negli ultimi tempi. Il caso Neymar ha avuto diverse spigolature, speculazioni e versioni sulla sua partenza dal club catalano nella estate 2017 e il suo arrivo a Paris Saint-Germain da 222 milioni di euroil trasferimento più costoso di tutti i tempi.

Proprio come è successo con le richieste di Lionel Messi di rinnovare il suo contratto nel 2020 e l’attuale contratto che detiene Gerard Piqué con l’istituzione, il giornale El Mundo ha pubblicato altre notizie sugli ultimi anni di gestione del Barcellona. Questa volta sono stati rivelati i motivi che hanno portato alla partenza di Neymar nel 2017 e tutto fa pensare a problemi personali del giocatore brasiliano.

Il suddetto media spiega di aver avuto accesso a un’e-mail dell’allora direttore del calcio del Barça, Raúl Sanllehíin cui spiega al Presidente Josep Maria Bartomeu e a Óscar GrauL’amministratore delegato dell’istituto, tra gli altri direttori, ha spiegato perché Neymar ha deciso di andarsene. L’e-mail è stata inviata il 31 luglio, tre giorni prima che il brasiliano firmasse il suo nuovo contratto con il PSG e, in essa, si specifica che ha avuto un incontro a tu per tu con il padre del giocatore, Ney Paiinsieme a Grau.

Oggi, d’accordo con Óscar (Grau), sono andato a casa di Ney Pai per valutare la situazione. L’ho trovato un uomo molto arrabbiato e con un grande desiderio di guerra. Molto irritato con il club“, esordisce Sanllehí. La ragione di questo fastidio è da ricercare in una bonus di firma che ‘Ney’ aveva firmato nel suo rinnovo contrattuale per 64,4 milioni di euro lordiche è stato divulgato dalla stampa. Lo stesso giorno, il Barcellona avrebbe pagato 43,65 milioni di euro dell’importo totale.

LEGGI  Benzema è tornato? La possibile grande sorpresa della Francia ai Mondiali di Qatar 2022

Il vero motivo della partenza di Neymar dal Barcellona.

Al di là della rabbia di Ney Pai e della sfiducia che già esisteva con i dirigenti del club ‘blaugrana’, nonostante fino a poco tempo fa avessero un buon rapporto (secondo le parole di Sanllehí), il motivo della partenza di Neymar punta a problemi personali, che l’ex direttore del calcio evidenzia nella sua e-mail. “Ho detto a tutti voi separatamente che il problema in questo caso era la testa del giocatore. Il ragazzo è in cattive acque, ha molti problemi personali, è molto confuso e molto vulnerabile.“, ha esordito.

Così ha pensato erroneamente che fuggendo da Barcellona sarebbe fuggito anche dai suoi problemi (mentre in realtà dovrebbe affrontarli e non andarsene). Gli ho parlato direttamente, ripetutamente, l’ho fatto piangere più di una volta e lui ha ammesso in più di un’occasione di essersi perso.“Sanllehí ha aggiunto: “… Gli ho parlato direttamente, ripetutamente, e l’ho fatto piangere più di una volta.I compagni di squadra sono stati sensazionali, sostenendolo fino alla fine (ma alla fine si sono stufati, come me, come tutti noi).“.

Così, con la decisione di andarsene per risolvere quei presunti problemi, Neymar ha finito per partire per il PSG nell’estate del 2017 per la cifra record di 222 milioni di euro, il pagamento della clausola di rescissione del contratto che aveva con il Barcellona. Ora ha la sua storia con l’azienda parigina e le sue controversie.

Vittoria
WRITTEN BY

Vittoria

Ciao, sono Vittoria. Sono una redattrice di DFO Media, dove mi immergo nel mondo dello sport, decifrando le tendenze e condividendo le storie che ci sono dietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *