Adobe non vuole che si utilizzino i prompt per usare l’AI di Photoshop: la sua idea è molto migliore

Un anno dopo aver integrato Firefly in Photoshop, la società ha annunciato la nuova AI per il suo popolare software di editing. È Immagine Firefly 3un modello sviluppato dalla stessa Adobe che facilita ulteriormente la creazione di progetti attraverso l’intelligenza artificiale.

Questa nuova versione del modello mantiene alcune delle caratteristiche della generazione precedente, ma aggiunge funzioni quali Immagine di riferimento. Si tratta di un’opzione che consente all’utente di utilizzare un’immagine di riferimento per Photoshop come guida, evitando così di perdere tempo e mal di testa a pensare a cosa utilizzare come immagine di riferimento. prompt inserire nel modello in modo da creare il progetto che avevamo in mente.

Questo è un aspetto che il responsabile tecnologico di Adobe per i media digitali, Ely Greenfield, ha sottolineato in una dichiarazione a The Verge. “Perché passare un’ora a cercare di creare un messaggio di tre paragrafi se si ha un’immagine creata che è esattamente ciò a cui si vuole fare riferimento?

Un’altra delle nuove funzioni di Firefly Image 3 in arrivo in Photoshop è Generazione di immagini simili. In questo modo, gli utenti possono chiedere al programma di editing di generare un disegno simile a quello che l’IA ha creato in precedenza, scegliendo così la creazione più in linea con ciò che avevano in mente.

Video di YouTube

L’azienda ha anche lanciato un nuovo strumento di generazione di fondi attraverso una breve descrizione testuale, nonché una funzione per produrre progetti da zero con intelligenza artificiale con una qualità superiore rispetto alla generazione precedente.

Adobe ha anche inserito in Photoshop piccole ma utili funzioni che funzionano grazie all’intelligenza artificiale, come ad esempio la funzione pennello di regolazioneper modificare rapidamente il colore di alcuni elementi dell’immagine. D’altra parte, sono stati aggiunti 25.000 nuovi font cloud che gli utenti possono utilizzare senza lasciare l’applicazione.

Funzionalità AI in Photoshop.Funzioni AI in Photoshop.

Photoshop avrà un pulsante “non addestrare” per il modello.

Adobe ha posto l’accento sull’etica e sul copyright. Afferma che gli utenti saranno in grado di utilizzare i diritti delle immagini che generano con l’aiuto dell’intelligenza artificiale. L’azienda sta inoltre lavorando a un pulsante universale con il quale gli utenti saranno in grado di potranno scegliere se vogliono che il modello sia addestrato con i loro disegni o meno.. Tuttavia, limiterà la funzione Immagine di riferimento, per cui chi attiva l’impossibilità di addestrare il modello non potrà creare disegni da un’immagine o da una fotografia.

E, naturalmente, tutte le immagini avranno un watermark per distinguere se l’immagine è stata creata dall’intelligenza artificiale.

Per il momento, l’immagine Firefly 3 è disponibile in fase beta per gli utenti di Photoshop. L’azienda ha comunque confermato che il suo modello di intelligenza artificiale sarà disponibile per tutti nel corso dell’anno..

Elaborazione .

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

LEGGI  Google blocca l'imaging di Gemini: un altro campanello d'allarme sui pregiudizi dell'IA
Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *