Addio all’ADSL: quasi mezzo milione di utenti in Spagna perderà l’accesso a Internet in poche settimane

La data è stata fissata da tempo. Da quando Telefónica ha deciso di porre fine alla rete in rame, è stata la data di una morte annunciata. Con la fine del rame, Anche l’ADSL sta per finirea favore di reti molto più moderate e in un Paese in cui la fibra ottica ha una delle maggiori distribuzioni a livello mondiale.

In poco più di due settimane, 19 aprile, L’ADSL sarà un ricordo del passato di Internet in Spagna, una tecnologia che senza dubbio ha contribuito enormemente alla digitalizzazione, ma che, con il miglioramento tecnologico, non ha più senso continuare a mantenere. Tuttavia, quasi mezzo milione di persone in Spagna utilizza ancora questa tecnologia, il che significa che, se non vi porranno rimedio, tra pochi giorni rimarranno letteralmente senza Internet.

Anche se questa non è una sorpresa per nessuno, poiché lo spegnimento definitivo del rame è stato un processo che ha richiesto diversi anni.Il fatto è che il problema è reale e riguarderà un buon numero di utenti. La chiusura dell’ultimo impianto di rame significa che gli utenti e i fornitori di servizi dovranno cercare un’alternativa.

Quasi mezzo milione di utenti dipende dall’ADSL

E dovranno farlo a tempo di record. Sebbene la fibra sia già uno standard in Spagna, 1 linea su 10 interessata dall’ADSL non è ancora disponibile. non potranno passare alla fibra ottica perché non è stata distribuita nella loro zona.Ciò significa che dovranno ricorrere ad alternative come la rete mobile, l’internet satellitare o cercare fornitori che offrano una connessione internet dopo la disattivazione del doppino di rame.

LEGGI  La Cina inizia a regolamentare i deepfake, ma noi come faremo?

Il problema non riguarda solo Movistar: alla fine del 2023 Vodafone aveva ancora circa 14.000 clienti con il doppino di rame, che potranno usufruire del servizio fino a giugno, quando l’operatore spegnerà il suo doppino. Per Orange, l’altro grande operatore, il problema è più grande e, secondo quanto riportato da Bandaanchaaveva 241.000 linee ADSL attive alle stesse date. Telefónica aveva 286.000 linee.

Sebbene gli operatori stiano contattando i loro clienti interessati per proporre un’alternativa, la verità è che un numero significativo di essi non è stato in grado di essere localizzato, quindi se non sono migrati quando la rete in rame viene spenta, rimarranno letteralmente senza Internet.

Molti di questi clienti se ne accorgeranno solo il 19 aprile prossimo, all’improvviso, e inizierà una corsa contro il tempo per trovare alternative. E attenzione, non sarà così perché non è stato dato alcun preavviso.

Elaborazione…

Hai finito! Ora siete iscritti

Si è verificato un errore, aggiornare la pagina e riprovare.

Anche in Hipertextual:

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *