Digital Financial Officer

Mercato

Pagamenti: segno meno per i ritardi gravi

Meno ritardi gravi ma ancora poca puntualità. È lo scenario attuale dei pagamenti delle imprese italiane secondo l’annuale studio di CRIBIS: calano i pagamenti oltre i 30 giorni di ritardo ma rispetta la scadenza solo un impresa su tre.

Un cauto ottimismo

I ritardi gravi sono, più precisamente, diminuiti del 13%. Continua così il trend positivo del 2016, anche se a pagare puntualmente è solo il 35,6% delle imprese. Il 52,4% paga invece entro il mese di ritardo e il 12% oltre i 30 giorni. Prevale comunque un cauto ottimismo tra le aziende: il 54% si aspetta un miglioramento nei prossimi 12 mesi, nonostante abbia dovuto fronteggiare una riduzione del giro d’affari e una crescita degli insoluti nel corso dell’anno precedente.

Ritardi e puntualità per regione

Le imprese più puntuali sono sempre quelle del nord est: il 44,1% paga regolarmente, mentre i ritardi gravi sono solo del 7,3%. Situazione opposta per il sud e le isole, dove il 23,2% è virtuoso e ben il 19,7% salda ancora con grande difficoltà i debiti. Bene anche il nord ovest e situazione intermedia per il centro Italia. Tra le regioni è il Veneto ad aggiudicarsi il primo posto per la puntualità. Seguono Emilia Romagna, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. In fondo alla classifica c’è ancora la Sicilia.

Continua la crisi del commercio al dettaglio

In quale settore invece ci sono meno ritardi? Il comparto più puntuale è quello dei servizi finanziari. Bene anche l’industria e la produzione. Restano ancora diverse le difficoltà invece per il commercio al dettaglio, che rischiano di condizionare l’andamento di tutte le filiere produttive. Appena il 25,9% delle imprese risulta puntuale, mentre è del 18,2% la percentuale di pagamenti oltre il mese di ritardo.

Le micro imprese sempre più puntuali

Come per i precedenti anni, non stupisce la puntualità nei pagamenti delle micro realtà, che fanno meglio rispetto alle grandi imprese, anche se spesso non rispettano gli impegni concordati con i fornitori. Le small si trovano invece in una situazione intermedia.

Le ultime notizie su: Pagamenti, CRIBIS

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.