Digital Financial Officer

  • Ultime notizie
  • Commercio. L’Italia è ottimista e investe nel digitale
Mercato

Commercio. L’Italia è ottimista e investe nel digitale

Il protezionismo non frena l’ottimismo delle imprese. Secondo l’HSBC Italy Navigator, 9 aziende italiane su 10 non sono preoccupate per il futuro del commercio. Anzi, quasi la metà di loro continua a investire in digitalizzazione ed efficienza.

Tecnologia, driver per il successo commerciale

Gli investimenti in tecnologia, insieme all’attenzione per la sostenibilità e al ruolo centrale del Made in Italy, sono proprio la forza delle imprese nostrane secondo lo studio. Obiettivo è l'efficienza operativa (è così per il 44% del campione). Il focus è infatti sull’intelligenza artificiale e il machine learning, così come su Internet of Things e blockchain. Tanto che ben l’87% degli intervistati ritiene che “la propria azienda avrà successo nell'attuale contesto commerciale”. Il 76% è inoltre ottimista circa la situazione del Paese.

Il protezionismo USA primo tra i timori

Promettono bene, secondo il campione italiano, la crescita economica globale, la fiducia dei consumatori e la forte economia interna. Anche se le preoccupazioni non mancano: i dazi doganali e la disputa USA-Cina sono le prime della lista. Del resto, tra i primi tre mercati di riferimento per l’export ci sono proprio gli Stati Uniti, insieme a Francia e Germania. Le imprese italiane sono infatti ben consapevoli della svolta protezionistica a livello globale: il 65% guarda con attenzione ai mutamenti in corso.

L’UE e le sue normative rassicurano

Le nuove normative sul commercio dettate dall’Unione Europea però rassicurano: in particolare l’accordo SEE Spazio Economico Europeo (apprezzato dal 47% del campione). Poco meno di un quinto delle imprese in Italia considera inoltre la Brexit poco rilevante (17%) e senza alcun impatto diretto sulla propria attività (16%).

I vantaggi del GDPR

Tra le norme europee vantaggiose, gli intervistati indicano poi anche il GDPR. Tre quarti delle aziende sono già conformi ai nuovi regolamenti in materia di protezione dei dati, mentre quasi una su cinque è ancora in fase di adeguamento. Quasi tre quarti (72%) delle aziende utilizza del resto i dati per ottimizzare le prestazioni.

Le ultime notizie su: HSBC, Commercio

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.