Digital Financial Officer

Mercato

Sud Africa: la crisi pesa su agricoltura e miniere

 La crescita del Sud Africa è in costante calo dal 2011. Un recente report di Coface ha individuato i punti deboli dell’economia sudafricana nei settori agricolo e minerario, oltre che nel generale stallo negli investimenti.

Previsioni non buone

Nel 2016, il Sud Africa ha registrato un piccolo aumento del PIL, ma le previsioni di Coface per il 2017 non superano un +0,8%, soprattutto a causa del basso potere di acquisto dei consumatori. La spesa governativa non si riduce anzi dovrebbero aumentare i costi legati alle imprese statali. Non dovrebbero esserci novità anche per quanto riguarda il cronico basso livello di investimenti di capitale.

I problemi per l'agricoltura 

Per quanto riguarda i rischi politici in Sud Africa, la contestata legittimità dell’elezione del Presidente Zuma potrebbe aumentare il rischio di destituzione sovrana, con un impatto diretto sulla propensione agli investimenti. I settori più a rischio sono quello agroalimentare e automotive. L’agricoltura sudafricana è chiaramente tra le più evolute del continente ed è uno dei perni del “New Growth Path” stabilito dal Governo: circa il 30% della popolazione attiva sudafricana è impiegato nell’agroalimentare. Dopo la siccità del 2016 restano comunque diverse sfide valutate da Coface come “a rischio molto elevato”: il peggioramento del contesto macroeconomico e l’incertezza sulle politiche economiche impattano negativamente su consumi e fiducia delle imprese. Ma anche l’inadeguatezza delle strutture rurali peggiorano la debolezza della valuta sudafricana rispetto al dollaro USA e la possibile riduzione degli investimenti.

I rischi nel settore automotive

Nel settore automotive, i potenziali rischi sono compensati dal peso dell’export, dalla favorevole posizione geografica e dalla presenza di produttori multinazionali all’interno del mercato sudafricano. Il contesto economico è deteriorato, l’inflazione elevata e i tassi di interesse in aumento e le vendite di nuovi autoveicoli potrebbero risentire della costante minaccia di scioperi e delle incertezze sul mercato del lavoro. Il rand sudafricano debole potrebbe poi influire negativamente sui costi di produzione e, di conseguenza, sul prezzo finale dei veicoli.

Le ultime notizie su: Coface, Mercato ed export Sud Africa

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.