Digital Financial Officer

CFO

Non è più tempo di fogli di calcolo

Il salto di qualità richiesto ai Chief Financial Officer impone anche un miglioramento degli strumenti a loro disposizione: mentre il mondo guarda con interesse alle prime applicazioni di intelligenza artificiale e machine learning, è impensabile restare ancorati ai vecchi fogli di calcolo

4PLANNING TURANILa maggior parte dei CFO continua a usare i fogli di calcolo per la pianificazione finanziaria, nonostante il rischio di errori, l’assorbimento di tempo e le inefficienze dello strumento. Ne parliamo con Marco Turani, Channel Director di 4 Planning.

Domanda. Come giudicherebbe la cultura della pianificazione finanziaria presso le PMI?
Risposta. La cultura della gestione finanziaria a breve, intendendo perciò cash liquidity, proiezione saldi banca, manovre finanziarie a breve, piani di riposizionamento, ecc., è sentita nelle PMI perché ha impatti sulla liquidità a breve (30/60/90 gg.) e riguarda manovre di uso giornaliero. Solitamente questo ambito è coperto da soluzioni di tesoreria o gestione finanziaria.

D.Che cosa manca ai Direttori Finanziari e ai CFO?
R. La pianificazione finanziaria strategica, quindi proiezione a medio/lungo termine con scenari di simulazione, analisi what if, calcolo del rating previsionale, ecc. Questa è, purtroppo, poco sentita a causa di una scarsa cultura finanziaria nelle PMI. Spesso ci si imbatte infatti in aziende dove non esiste la figura del CFO. In generale, ai CFO mancano gli strumenti e le tecnologie per pianificare la finanza strategica; quasi sempre si appoggiano a fogli excel che non permettono sicurezza e profondità delle informazioni e, soprattutto, rendono molto difficile fare simulazioni.

D. Il “foglio di calcolo” resta comunque diffusissimo: quali limiti ha questo strumento e perché molte aziende non vogliono abbandonarlo?
R. La maggior parte delle aziende si appoggia a fogli excel per pianificare la finanza. I limiti dello strumento sono la poca profondità del dato, i calcoli basati su medie e non puntuali, la bassa sicurezza delle informazioni presenti, la difficoltà a fare simulazioni, i tempi di aggiornamento e mantenimento molto alti (spesso si tratta di fogli molto complessi), rimanendo uno strumento di produttività individuale. Notiamo che c’è meno resistenza, rispetto al passato, al cambiamento, proprio perché i CFO si stanno convincendo della necessità di avere soluzioni transazionali, magari basate sullo sviluppo automatico di una partita doppia previsionale, che permettano tempi di elaborazione veloci e sicure per avere più tempo da dedicare all’analisi degli scenari.

D. Allora quel è lo strumento ideale per il CFO di una PMI italiana?
R. Lo strumento ideale è una soluzione transazionale che permetta la pianificazione finanziaria, economico e patrimoniale, che gestisca i vari budget, che permetta simulazioni e confronti di scenari e anche il calcolo del rating previsionale. I risultati principali devono essere: cash flow previsionale mensilizzato, simulazione di copertura del fabbisogno finanziario, PFN con affidamenti e coperture, fonti impieghi,
rendiconto finanziario, ecc. Non ultimo, il collegamento con il back end ERP aziendale per prelevare informazioni relative a chiusure infrannuali, budget, scadenzari a breve.

D. I megatrend dei big data e dell’intelligenza artificiale sono interessanti a oggi per le PMI?
R. Questi temi non sono ancora a portata delle PMI. Prima di tutto si dovrebbe completare/implementare, a livello di sistemi informativi, la parte riguardante le soluzioni di pianificazione finanziaria (qui i big data potrebbero dare una mano) e poi pensare a soluzioni di AI. Questi investimenti vengono sicuramente compensati dal fatto che il tempo dedicato all’implementazione e sviluppo della pianificazione viene drasticamente ridotto per lasciare più tempo all’analisi del dato che, di conseguenza, vuol dire maggior qualità delle informazioni.

Le ultime notizie su: Digital, Tecnologie digitali, intelligenza artificiale, Fogli di calcolo, 4 Planning, machine learning

Altri articoli dello stesso argomento

Questo sito utilizza i cookie di navigazione e di profilazione pubblicitaria, anche di terze parti.
Puoi disattivare i cookie dal tuo browser. Proseguendo la navigazione, accetti l'uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.