La ricetta del successo di YouTube che Elon Musk vuole portare su Twitter

Affinché Twitter sia sostenibile a lungo termine e perché Elon Musk possa ripagare i suoi debiti, è fondamentale che I creatori di contenuti possono guadagnare con la piattaforma..

Anche se alcuni possono trovarlo divertente o scandaloso, essere un influencer o un creatore di contenuti è una professione sempre più comune. È un’attività, come tutte le altre, per la quale si viene pagati. Se gli youtuber esistono, è perché YouTube permette loro di guadagnarsi da vivere pubblicando video sulla sua piattaforma. E se YouTube esiste, è solo grazie agli youtuber.

Anche gli influencer e gli youtuber sono su Twitter. Ma Sono lì per promuovere ciò che fanno all’esterno: linkano il loro ultimo video caricato su YouTube, dicono a che ora inizieranno il loro streaming in diretta su Twitch o condividere il loro ultimo podcast ospitato su Spotify. Twitter non ne ricava un centesimo e nemmeno i creatori, anche se la loro presenza è molto preziosa.

Elon Musk lo capisce e vuole cambiare questa situazione. Da un lato, vuole che Twitter diventi “la fonte di informazioni più attendibile al mondo” attraverso, tra l’altro, l’uso delle note della comunità, una funzione in fase di sperimentazione per dare un contesto ai tweet di politici, organizzazioni governative o giornalisti.

Dall’altro, capisce che la maggior parte degli utenti di Twitter è già su Twitter per ottenere informazioni, ma quando vogliono consumare i contenuti che hanno scoperto lì, devono migrare su un’altra applicazione o sito web. In questo caso Twitter perde l’utente, che potrebbe passare più tempo all’interno dell’applicazione a creare o consumare contenuti e, nel frattempo, a guardare la pubblicità. In questo processo perde anche il creatore, che ospiterà i suoi contenuti dove viene pagato meglio. Per cambiare questa situazione, Elon Musk ha comunicato diverse proposte sul suo account Twitter.

LEGGI  Il modo migliore per riscaldare l'acqua in casa: molto economico e in un attimo
Uffici di Twitter / Twitter

” data-medium-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/08/Twitter-oficinas.jpg.webp?fit=800%2C535&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-large-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/08/Twitter-oficinas.jpg.webp?fit=780%2C522&quality=60&strip=all&ssl=1″ decoding=”async” width=”780″ height=”522″ alt=”Twitter” class=”wp-image-1428193 perfmatters-lazy” data-recalc-dims=”1″ src=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/08/Twitter-oficinas.jpg-1500×1003.webp?resize=780%2C522&quality=60&strip=all&ssl=1″ 1428193″ data-permalink=”https://hipertextual.com/2022/08/twitter-onlyfans-explotacion-sexual-infantil-moderacion-contenido/twitter-oficinas-jpg” data-orig-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/08/Twitter-oficinas.jpg.webp?fit=2244%2C1500&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-orig-size=”2244,1500″ data-comments-opened=”1″ data-image-meta=”{“aperture”:”0″,”credit”:””,”camera”:””,”caption”:””,”created_timestamp”:”0″,”copyright”:””,”focal_length”:”0″,”iso”:”0″,”shutter_speed”:”0″,”title”:””,”orientation”:”0″}” data-image-title=”Twitter-oficinas.jpg” data-image-description=”” data-image-caption=””

Uffici di Twitter / Twitter

” data-medium-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/08/Twitter-oficinas.jpg.webp?fit=800%2C535&quality=60&strip=all&ssl=1″ data-large-file=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/08/Twitter-oficinas.jpg.webp?fit=780%2C522&quality=60&strip=all&ssl=1″ decoding=”async” width=”780″ height=”522″ src=”https://i0.wp.com/imgs.hipertextual.com/wp-content/uploads/2022/08/Twitter-oficinas.jpg-1500×1003.webp?resize=780%2C522&quality=60&strip=all&ssl=1″ alt=”Twitter” class=”wp-image-1428193″ wp-element-caption”>Twitter / Uffici di Twitter

Video lunghi e monetizzati su Twitter

Il primo passo è Abilitare e monetizzare i video di lunga durata all’interno di Twitter.. Ciò consentirebbe al social network di trarre profitto dai contenuti promossi su Twitter, ma ospitati al di fuori della piattaforma. Gli abbonati a Blue, l’opzione a pagamento e verificata offerta da questa settimana, potranno caricare video fino a 42 minuti in qualità 1080p. Questo limite sarà esteso il mese prossimo, ha dichiarato Musk.

Un utente ha risposto che guadagna circa 7 dollari ogni 1.000 visualizzazioni e che sarebbe bello per i creatori ottenere un ritorno dalla pubblicità che potrebbe essere incorporata nei video lunghi su Twitter. Musk ha appoggiato pubblicamente l’idea e ha detto. potrebbe superare il 55%. dei ricavi pubblicitari che YouTube restituisce ai creatori.

Questo punto è fondamentale. Se uno youtuber riceve più soldi per ogni riproduzione all’interno di Twitter o se il suo video raggiunge più persone d’ora in poi perché l’utente non deve accedere a un’altra applicazione, Twitter presterà maggiore attenzione ai contenuti pensati appositamente per Twitter.. E questo, oltre a essere vantaggioso per il creatore stesso – che guadagnerebbe più soldi o aumenterebbe il suo pubblico – è un’indubbia vittoria per Twitter.

L’idea è piuttosto semplice: offrire un pagamento interessante ai creatori per incentivarli a fare di più sulla piattaforma.Ciò significa che più persone utilizzano Twitter, il che a sua volta significa più soldi per l’azienda stessa.

Instagram non dispone di queste opzioni perché è stato concepito come un social network per mettere in contatto amici e familiari, ma sta già flirtando con questa idea. Anche TikTok sta facendo progetti in questa direzione. Ma non c’è dubbio, YouTube è il più affermato in questo settore e Twitter vuole imparare da loro. Il social network dell’uccellino blu è anche posizionato in modo da offrire contenuti video mentre si leggono i tweet al riguardo, come ha già fatto con le trasmissioni sportive in diretta.

L’idea ha senso se si considera che la maggior parte dei podcast di maggior successo sono caricati su YouTube o i giochi e gli highlights prodotti dai giocatori di videogiochi. Sia per i creatori che per gli utenti, sarebbe opportuno che tutto venisse fatto all’interno della stessa applicazione, evitando attriti. Twitter guadagnerebbe direttamente dalla pubblicità e aumenterebbe anche la quantità di tempo che ogni utente trascorre sull’app, il che è essenziale per aumentare le entrate.

Video brevi che fanno risorgere Vine

Se parliamo di aumentare il tempo all’interno dell’app, dobbiamo parlare di Reels di Instagram: la copia di TikTok che Meta ha ideato per agganciare i suoi utenti con brevi video che li invitano a scorrere continuamente. Curiosamente, la prima applicazione di questo tipo ad esistere è stata Vine.che apparteneva a Twitter. Incorporata o separata dall’app principale, potrebbe essere riproposta per mescolare i contenuti raccomandati dall’algoritmo, come fa TikTok, con quelli immediati, che sono la specialità di Twitter.

Musk ha chiesto pubblicamente se dovesse resuscitarlo. Mr Beast, lo youtuber di maggior successo al mondo, ha dichiarato che sarebbe interessante ma, a suo parere, dovrebbe essere un clone di TikTok per essere rilevante. È qualcosa che YouTube e Instagram hanno già fatto e che è stato sperimentato fugacemente su Twitter prima dell’acquisizione da parte di Musk, offrendo più video all’utente che decideva di riprodurne uno incorporato all’interno del proprio profilo. linea del tempo.

Newsletter e articoli a pagamento

Ma non si tratta solo di video. I giornalisti promuovono i loro articoli su Twitter, dibattono pubblicamente o usano ciò che leggono per scrivere le loro rubriche di opinione. Ma d’altra parte, Twitter funge solo da porta d’accesso al sito web in cui vengono pubblicati. Lo stesso vale per newsletterche sono diventati molto popolari grazie a società come Sottopacco.

Numerosi giornalisti di alto livello hanno deciso di lasciare i loro media per scrivere da freelance con grande successo, poiché viene loro offerto un reddito che proviene direttamente dai lettori. Musk vuole offrire questa possibilità all’interno di Twitterinvece di utilizzare Revue, che era una tecnologia di newsletter timidamente integrati nei profili di ogni scrittore.

Il milionario ha annunciato a sua volta che gli utenti potranno scrivere articoli all’interno di Twitter senza dover ricorrere a “ridicole schermate nell’app delle note”, e che saranno anche in grado di monetizzare. “Voglio che tutti gli utenti siano remunerati per qualsiasi tipo di contenuto che producono su Twitter”, ha dichiarato in una delle sue risposte alle domande costantemente poste dai suoi follower.

Tutto ciò che Elon Musk ha promesso di portare su Twitter ora che ne è proprietario

Verifica per chi paga, tweet più lunghi, ritorno degli account sospesi e altro ancora. Tutti i cambiamenti in arrivo su Twitter.


Micropagamenti e suggerimenti

Uno dei modi per monetizzare alcuni di questi contenuti secondo Musk sarebbe quello di abilitare i micropagamenti all’interno della piattaforma.. Per esempio, pensa che sarebbe una buona idea pagare 20 centesimi per leggere un articolo di un media paywall come il Wall Street Journal o il Financial Times.

Un’altra idea è quella di implementare un modo rapido e diretto per inviare suggerimenti a un tweet che potrebbe piacerci. Questo è qualcosa che Reddit offre già attraverso una moneta digitale chiamata “Reddit gold” che incentiva a dare risposte molto divertenti o informative.

Ibai

L’economia circolare di Musk potrebbe giovare a tutti (anche a Twitter)

I social network consentono ai creatori di caricare o sponsorizzare i propri contenuti. Le persone ne usufruiscono in cambio di pubblicità e il creatore offre contenuti in cambio di like o, nel migliore dei casi, della promozione del proprio lavoro al di fuori del social network.

Tuttavia, i creatori vogliono ovviamente essere remunerati per il loro lavoro. i migliori contenuti che producono sono ospitati su piattaforme che consentono di ottenere entrate pubblicitarie o entrate dirette tramite abbonamenti. Questo modo di operare ha avuto un grande successo per YouTube, che ha incassato più di 28,8 miliardi di dollari nel 2021 e ha reso la piattaforma un feudo che assorbe tutto. Sia gli inserzionisti che i creatori sentono l’obbligo di essere presenti su YouTube per essere visti sulla rete.

Se Twitter riuscirà a migliorare le condizioni di YouTube senza cercare di stipulare accordi di esclusività e se diversificherà le opzioni per soddisfare tutti i creatori, potrebbe attirare milioni di utenti grazie ai maggiori e migliori contenuti che i suoi utenti produrrebbero.. È un investimento che si ripaga da solo, in quanto deriva da una percentuale della pubblicità, e permette a tutti i creatori di essere remunerati in base alle prestazioni.

Tuttavia, offrire così tante opzioni di remunerazione, che indubbiamente aumenterebbero l’attrattiva del social network sia per i creatori che per gli utenti che si limitano a consumare, ha bisogno di inserzionisti dalla sua parte. Per il momento, molti di loro hanno trattenuto gli investimenti fino a quando non potranno certificare che Twitter, sotto le mani del loro nuovo imperatore, è un luogo sicuro dove fare soldi senza impattare negativamente sull’immagine del loro marchio.

Antonio
WRITTEN BY

Antonio

Ciao, mi chiamo Antonio. Sono uno scrittore di DFO Media e la mia passione è esplorare l'intersezione tra sport e tecnologia. Attraverso i miei scritti, svelo le innovazioni che stanno plasmando il futuro dello sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *