Cristiano Ronaldo rompe il silenzio: “Vorrei essere io a dare scacco matto a Messi”.

Dopo una dozzina di immagini controverse sulla sua figura sia al Manchester United che con la nazionale portoghese, Cristiano Ronaldo rompe il silenzio a poche ore dalla Coppa del Mondo e chiarisce di essere pronto per quello che verrà.

© Getty ImagesCristiano Ronaldo.

La sua figura è più che mai in discussione, il suo nome è nei titoli dei giornali e le sue immagini all’interno della nazionale portoghese. con il resto dei suoi compagni di squadra ha generato interpretazioni di ogni tipo. Mancano pochi giorni all’inizio del viaggio verso Qatar 2022, Cristiano Ronaldo rompe il suo silenzio: “Sono a prova di proiettile”.

+Consultare il Calendario delle partite della Coppa del Mondo Qatar 2022.

In una conferenza stampa in cui si è presentato ancora una volta come capitano dei lusitani, CR7 ha risposto a tutte le domande che esistono sulla sua figura in una squadra dove i video del saluto con Bruno Fernandes e dell’incontro con Joao Cancelo hanno generato reazioni di ogni tipo nella squadra di Fernando Santos. Cristiano ha risposto a tutto e ha chiesto che ancora una volta si parli solo di calcio.

Da quell’intervista con Il Sole che l’immagine del Luso è nell’occhio del ciclone, che più che mai il suo presente viene criticato e che il nome di CR7 è nei titoli dei giornali. A 37 anni, Cristiano si sta già preparando per la sua quinta Coppa del Mondo.

“A prova di proiettile”.

Le sensazioni prima della partenza: “Ho avuto responsabilità fin dall’età di 12 anni, quando ho lasciato casa. Ora siamo più sorvegliati, ma ho sempre delle responsabilità: come giocatore, come amico, come padre… La pressione è sempre la stessa. A volte le cose vanno bene, altre male, ma mi sento in grado di affrontarle”.

“Queste fasi pre-torneo hanno sempre delle controversie, ma il mio rapporto con lui è eccellente. Tutto ciò che riguarda Cristiano genera sempre dibattiti. Ma insisto: il mio rapporto con tutta la squadra è eccellente, con Bruno, con Cancelo, con Joao Félix… E colgo l’occasione, non chiedete ai giocatori di Cristiano. Chiedete di loro e del Portogallo”.CR7 ha commentato le polemiche.

“Siamo scacco matto nella vita, non solo negli scacchi. Vorrei essere io a dare scacco matto a Messi. Vediamo. Sarebbe bello. Visto che è successo in una partita di scacchi, nel calcio sarebbe di più”.ha commentato la sua collaborazione con Lionel Messi per Louis Vuitton.

L’attaccante ha chiesto di mettere da parte i commenti che sostengono che la pace in Portogallo è stata infranta: “Smettetela di chiedere di me ai miei compagni di squadra. Chiedete della Coppa del Mondo. Sono a prova di proiettile. Indosso una tuta di ferro. Non mi interessa quello che pensano gli altri. Parlo quando voglio parlare.

“Se a 37 anni e 8 mesi dovessi ancora dimostrare qualcosa, sarei preoccupato… Rispetto le opinioni delle persone. Voglio fare una grande Coppa del Mondo per la mia famiglia, per i miei tifosi. Voglio vincere, ma se non dovessi riuscirci, sarò felice per quello che ho fatto… Vincere sarebbe magico”. Non mi manca nulla, ho tutto. Vincere la Coppa del Mondo sarebbe spettacolare. Ma tutti vogliono vincere e solo uno può vincere. Lavoreremo con l’obiettivo di diventare campioni”.CR7, che dopo diversi giorni di polemiche ha finalmente rotto il suo silenzio.

LEGGI  Rune ce la fa a battere Novak Djokovic nella finale dei Masters di Parigi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *